botti
linguine
polipo_5

Benvenuti al ristorante Osteria da Alberto, nel cuore di Venezia

The best restaurant available in Venezia
Chiama e prenota 041.5238153

Tipica Osteria tra le calle veneziane

Tra la chiesa dei Miracoli e Campo San Giovanni e Paolo dove dal 1920 c’era una vecchia trattoria, dal 1924 Alberto ha aperto un Osteria con cucina. Il restauro di buon giusto e la gestione sapiente l’hanno portata brevemente al successo. L’ambiente del ristorante molto vivace e accogliente, l’atmosfera e la cucina casalinga ha fatto di questa Osteria un appuntamento fisso per veneziani e turisti.

 

Calle Giacinto Gallina
Cannaregio, 5401
30121 Venezia
Tel. e Fax 041.5238153
osteriadaalberto@gmail.com

Scopri le nostre ricette, tipiche della cucina veneziana

Baccalà Mantecato

  • Ingredienti per 6 persona
  • 1 kg di stoccafisso
  • olio d’oliva
  • latte e/o brodo
  • sale
  • pepe nero
  • aglio

Come si prepara?

Tipico cichetto tradizionale di tutte le osterie veneziane, viene normalmente servito su crostini o con polenta bianca o gialla abbrustolita. Mettere a mollo 1kg di stoccafisso per circa 48 ore con un filo di acqua sempre corrente. Fatelo cuocere sul fuoco fino a ebollizione, poi lasciarlo riposare nell’acqua  per venti minuti. Scolarlo e pulirlo attentamente soprattutto dalle spine. Sminuzzarlo e rovesciarlo in un recipiente capiente. Tenere da parte la pelle ed il tratto di membrana intestinale interna per riutilizzarli in seguito. Mettete in un tritatutto il pesce, un quarto del suo peso in olio d’oliva, poi ridurre tutto a un impasto soffice cui aggiungerete sale e pepe nero, aromatizzando appena con un aglio tritato. Si può anche aggiungere alla procedura un po’ di brodo di cottura e/o un poco di latte caldo.

Sarde in Saor

  • ingredienti per 8 persone
  • 1 kg di sarde fresche (preferibilmente d’alba)
  • 1 kg di cipolle bianche
  • 100 g di pinoli
  • 100 g di uvetta sultanina
  • Farina di fiore
  • Olio per friggere, Aceto di vino bianco, sale

Come si prepara?

Squamare le sarde, pulirle dalle interiora e asportare le teste. Nel frattempo tagliate sottilmente (ma non eccessivamente) le cipolle. Mettetele a rosolare brevemente in poco olio. Aggiungete l’aceto e se necessario un po’ d’acqua, unite i pinoli e luvetta fatta rinvenire precedentemente. Coprite e fate cuocere a fuoco molto basso fino a quando le cipolle non saranno completamente appassite. Lavate le sarde e asciugatele bene. Passatele leggermente nella farina e friggetele in olio ben bollente. Riponetele su della carta assorbente e salatele immediatamente. Ad ingredienti ancora caldi, in contenitore di terracotta o di vetro, formate degli strati alternati di cipolle e sarde. Irrorate il tutto con un ulteriore bicchiere di aceto ed acqa caldi. Coprite e fate riposare al buio in luogo fresco e asciutto. Servitele a temperatura ambiente dopo 3 o 4 giorni. Evitate di porle nel frigorifero! Ottimo accompagnamento: fette di polenta arrostita.